Maggio 3-6 - Locorotondo, Fasano / Puglia

Festival Nazionale della Legalità

Prima Edizione 2018

LegalItria - Il Festival

Radici FutureLegalItria è il primo festival nazionale sulla legalità in Valle d’Itria. Un unicum che parte da una regione che ha fatto del contrasto alla corruzione ed alla criminalità organizzata un vessillo morale, istituzionale ed economico.

Il festival è l'esito partecipato di un percorso di lettura di testi sul rapporto tra mafie, economie e territori, nonché un momento di premiazione per una figura del giornalismo d'inchiesta nazionale.
LegalItria si pone come importante momento di approfondimento e di analisi del tema in una delle cornici più belle d'Italia, la Valle d'Itria. Il valore di LegalItria è triplice:

Promuove il territorio attraverso l'offerta culturale di livello nazionale ed internazionale, su un tema di grande attualità;

Approfondisce il rapporto tra sviluppo economico sano e legalità;

Intreccia il mondo istituzionale con il mondo della produzione intellettuale antimafia.

4 giorni di dibattiti e incontri tra esperti, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni. Premio LegalItria al giornalismo d'inchiesta.
9 eventi gratuiti nella splendida cornice della Valle d'Itria, tra Fasano e Locorotondo.

Programma

18:00

Fasano

Teatro Sociale

Inaugurazione

Loredana Capone

Ass. Regionale al Turismo

Antonio Decaro

Sindaco della Città Metropolitana di Bari e presidente dell'ANCI

Francesco Zaccaria

Sindaco di Fasano

Tommaso Scatigna

Sindaco di Locorotondo

Leonardo Palmisano

Presidente Coop. Radici Future

Tavola Rotonda
su "Cultura e Legalità"

Vito Antonio Loprieno

Vicepresidente coop. Radici Future

Pietro Angelini

Manuscripta

Oscar Buonamano

Letture d'Agosto

Rosanna Gaeta

I Dialoghi di Trani

Filippo Giannuzzi

Lecturinfabula

Annamaria Toma

I Presidi del Libro

MODERA:

Gianni Svaldi

Direttore Radici Future Magazine

Presentazione di "Mimì Capatosta"
di Tiziana Barillà e Mimmo Lucano, ed. Fandango

Intervengono Tiziana Barillà e Mimmo Lucano. Modera Annamaria Minunno, giornalista, con la partecipazione degli studenti dell'"IPSEOA SALVEMINI" di Fasano

9:00

Locorotondo

Docks 101

Colazione con l'autore

Puoi incontrare gli autori e chiacchierare con loro

10:30

Fasano

Istituto Professionale Statale Industria e Artigianato, e dell'ITC Salvemini

Presentazione di "Morire come schiavi"
di Enrica Simonetti, ed. Imprimatur
e di "Mafia Caporale" di Leonardo Palmisano, ed. Fandando

Modera Donatella Lopez, Giornalista.

10:30

Locorotondo

IISS Agrario Alberghiero "Basile Caramia - Gigante"

Presentazione di "Anche se tutti, io no"
di don Giovanni Ladiana, ed. Laterza
e di "La quinta mafia" di Marco Omizzolo, ed. Radici Future

Modera Mara Chiarelli, Giornalista Repubblica Bari.

18:00

Locorotondo

Auditorium Comunale

Tavola Rotonda
su "Lavoro, Turismo e (è) Legalità"

Carmelo Cantone

provv. amm. penitenziaria Puglia e Basilicata

Giannicola D'Amico

vicepresidente GAL Valle d'Itria

Carmine Esposito

Questore di Bari

Pino Gesmundo

segretario generale CGIL Puglia

Massimo Salomone

Confindustria Puglia

Fabrizio Santorsola

pres. CNA Puglia balneatori

MODERA:

Giuseppe De Tomaso

Direttore de la Gazzetta del Mezzogiorno

9:00

Locorotondo

Docks 101

Colazione con l'autore

Puoi incontrare gli autori e chiacchierare con loro

10:30

Fasano

Liceo Scientifico "L. Da Vinci"

Presentazione di "Storia della Sacra Corona Unita"
di Andrea Apollonio, ed. Rubettino

Modera Leonardo Palmisano, presidente della coop. Radici Future

10:30

Martina Franca

Liceo Classico "Tito Livio"

Presentazione di "Questione di Rispetto"
di Gaetano Saffioti e Giuseppe Baldessaro, ed. Rubettino

Modera Dionisio Ciccarese, direttore Epolis Bari

18:00

Fasano

Sala di rappresentanza Palazzo di Città

Tavola Rotonda
su "Impresa e (è) Legalità"

Mario Dabbicco

presidente "Libera Puglia"

Domenico De Bartolomeo

pres. Confindustria Puglia

Pietro Fragrasso

coop. sociale "Pietra di Scarto"

Domenico Gianfrate

consigliere di amministrazione BCC Locorotondo

Francesco Gigante

presidente coop. "Terre di Puglia - Libera Terra"

Carmelo Rollo

presidente di Legacoop

Gaetano Saffioti

imprenditore sotto scorta

MODERA:

Leonardo Palmisano

presidente coop. Radici Future

9:00

Locorotondo

Docks 101

Colazione con l'autore

Puoi incontrare gli autori e chiacchierare con loro

10:30

Locorotondo

Auditorium Comunale

Tavola Rotonda
su "Libertà di Stampa"

Michele Emiliano

presidente Regione Puglia

Raffaele Lorusso

segretario generale FNSI

Piero Ricci

presidente Ordine dei giornalisti di Puglia

Bepi Martellotta

presidente Assostampa Puglia

Luigi de Magistris

sindaco della città metropolitana di Napoli

L'apertura sarà affidata alla testimonianza di un giornalista sotto minaccia

Premiazione

Consegna dei premi alla carriera per il giornalismo d'inchiesta. Conduce la giornalista Annamaria Minunno

Il premio LegalItria andrà alla redazione di Nemo (Rai 2); il premio Stefano Fumarulo ai giornalisti de La Gazzetta del Mezzogiorno Giovanni Longo e Massilimiliano Scagliarini; il premio Palmina Martinelli a Fabiana Pacella, giornalista, ex addetta stampa dell’associazione Antiracket Salento; e il premio Giovanni Panunzio all’imprenditore Gaetano Saffioti, calabrese, testimone di giustizia dal 2002.

LIBRI

Gli 8 volumi presentati nelle scuole durante il Festival

Mimì Capatosta

TIZIANA BARILLA' (FANDANGO)

La giornalista Tiziana Barillà racconta di Mimmo Lucano, il sindaco di Riace in Calabria, che nella primavera del 2016 è stato definito il sindaco migliore del mondo. La rivista americana Fortune, infatti, lo ha collocato al quarantesimo posto tra i 50 uomini e donne più influenti al mondo. «La vera utopia – scrive Wim Wender - non è la caduta del muro, ma quello che è stato realizzato in Calabria, a Riace. È un’esperienza locale che però ha una valenza globale». In piena Locride, a Riace si vive inseguendo e realizzando “l’utopia della normalità”. Da quando Mimmo Lucano è sindaco il suo Comune ha ospitato più di 6.000 immigrati che hanno ripopolato la piccola cittadina. Un quarto dei suoi concittadini non sono nati in Calabria: arrivano dall’Afghanistan, dal Senegal, dal Mali, hanno rischiato la vita attraversando il Mediterraneo e a Riace hanno trovato una casa occupandosi della città e di chi la abita. Il “modello Riace” è stato esportato anche in altri comuni della Locride.

Mafia Caporale

LEONARDO PALMISANO (FANDANGO)

Il sociologo Leonardo Palmisano accompagna il lettore in un viaggio nell’illecito sfruttamento del lavoro. Mostra al lettore i nuovi volti della schiavitù, da Nord a Sud dell’Italia, e dimostra quanto siano reali i dati del Global Slavery Index 2016 – il rapporto annuale sulla schiavitù nel mondo. Le persone ridotte in schiavitù in Italia sono 129.600. Il nostro Paese è al 49esimo posto nel ranking dei 167 Paesi presi in considerazione. Siamo anche il vertice europeo della sparizione dei minori non accompagnati (a un ritmo di 28 al giorno, secondo l’Oxfam) e dello sfruttamento delle prostitute provenienti dalla Nigeria e dai Paesi ex Socialisti, ma siamo soprattutto lo Stato dove caporalato e impresa tendono a fondersi con le organizzazioni mafiose. Questo intreccio è Mafia Caporale che interviene in agricoltura, nei servizi, fino alla piccola industria. Mafia Caporale dà vita a una moltitudine di agenzie di somministrazione lavoro dentro le quali lava enormi somme di denaro sporco.

Morire come schiavi. La storia di Paola Clemente nell'inferno del caporalato

ENRICA SIMONETTI (IMPRIMATUR)

Paola Clemente è morta a quarantanove anni nei campi di Andria in un'estate assolata sotto una cappa omertà che ha permesso a qualcuno di sfruttarla per due euro all'ora e nessun diritto. La giornalista Enrica Simonetti racconta la sua storia e quella di molti altri uomini e donne, braccianti stagionali, sfruttati da caporali e mediatori capaci di produrre contratti fasulli. Storie e ritratti di donne pugliesi, calabresi, lucane, ma anche di numerosi immigrati africani o rumeni, arrivati in Italia con la promessa di un lavoro sicuro. Accade al Sud come al Nord perché non c'è una geografia dello sfruttamento e dove c'è una campagna, o un cantiere, spesso si "assume" manodopera in questo modo. Chi ha una casa, dopo il lavoro può tornarci a dormire; chi non ce l'ha, vive in un ghetto ai margini di una città. Alcuni pagano persino per questa "ospitalità". Altri ancora - come a Rosarno o a Nardò - tentano la rivolta, ma quando si spegne l’attenzione dei media, torna tutto come prima. Queste pagine vogliono essere un viaggio sociale utile a scuotere le coscienze.

La Quinta Mafia

MARCO OMIZZOLO (RADICI FUTURE)

Esiste la Quinta mafia? A questa domanda risponde il lavoro del giornalista Marco Omizzolo che racconta del sistema criminale in provincia di Latina dove convergono la camorra campana, la ndrangheta calabrese, la Sacra Corona Unita pugliese e la mafia siciliana. Un fenomeno troppo spesso sottaciuto dalle istituzioni politiche che preferiscono mostrare un volto pulito del territorio che amministrano e negare l'esistenza delle mafie nel basso Lazio. Omizzolo descrive tutti i processi che hanno portato alla costituzione di un sistema mafioso organizzato, attraverso la strategica alleanza tra clan e appartenenti alle diverse organizzazioni mafiose che si insediano a poca distanza dalla capitale. A questa cupola, sostiene l’autore, si aggiunge un insieme di liberi professionisti e di dipendenti della pubblica amministrazione fondamentali per stipulare alleanze con il mondo economico-imprenditoriale, politico e finanziario locale.

Anche se tutti, io no: La Chiesa e l'impegno per la giustizia

PADRE GIOVANNI LADIANA (LATERZA)

È arrivato il tempo di decidere tutti da che parte stare, sia da credenti sia da non credenti, scegliendo di rispettare la propria Coscienza di uomini e di donne. Siamo in Calabria, dove comandano cosche e corruzione. Tra gli animatori di “Reggio Non Tace”, il movimento di cittadini nato nel 2010 per lottare contro la 'ndrangheta e le sue molteplici complicità e connivenze, c'è Giovanni Ladiana, superiore dei gesuiti. Mani da operaio, spirito da militante, l’autore parla della sua scelta di entrare nella Compagnia di Gesù, della distanza da una Chiesa a volte lontana dall'essenzialità del Vangelo, delle speranze suscitate da papa Francesco, del movimento “Reggio Non Tace”. Giovanni Ladiana non nasconde la paura per le minacce e le intimidazioni, lui che abbraccia latitudini spirituali lontane e geografie umane vicine: storie spesso di dolore e sofferenza, tra i malati, i barboni, i rifugiati, i più deboli; dal rione Scampia di Napoli al Librino di Catania, dai terremotati dell'Irpinia alle comunità dei villaggi messicani.

Storia della Sacra Corona Unita. Ascesa e declino di una mafia anomala

ANDREA APOLLONIO (RUBETTINO)

Strano il destino della "quarta mafia": sottovalutata negli anni di espansione e radicamento, ampiamente sopravvalutata oggi, che non esiste più in quanto struttura mafiosa. È forse questa una delle ragioni per le quali non è mai stata scritta una "Storia della Sacra corona unita", che necessita di analisi criminologica, ma anche di obiettività storica. Il volume apre uno squarcio sui vent'anni di mafia che la Puglia - ed in particolare il Salento - ha vissuto, dagli anni Ottanta fino agli esordi del Duemila. Riporta e analizza quanto è accaduto, ma anche quello che c'è stato prima e dopo la parentesi mafiosa. Una storia che non è mai stata raccontata; una parabola che, nella sua interezza, non è mai stata tracciata.

Questione di rispetto. L'impresa di Gaetano Saffioti contro la 'ndrangheta

GIUSEPPE BALDESSARO (RUBETTINO)

Dal 2002 Gaetano Saffioti vive sotto scorta assieme alla sua famiglia. Il libro ripercorre la storia di questo imprenditore impavido che si è sempre rifiutato di trasferire le sue attività lontano dalla Calabria e che non ha mai voluto alcun sostegno economico dallo Stato. E’ diventato testimone di giustizia dopo aver denunciato, fatto arrestare e condannare alcuni dei boss più pericolosi della piana di Gioia Tauro. Per anni ha subito le estorsioni e le sopraffazioni dei clan della 'ndrangheta, fino a quando si è ripreso la sua dignità, perché «la dignità non si compra, si conquista e si difende». Ai magistrati ha fornito prove inconfutabili contro i suoi aguzzini. La sua testimonianza ha rivelato tutti i meccanismi illeciti e violenti che tengono sotto scacco gli imprenditori edili che operano nel settore degli appalti pubblici e privati nonché i rapporti capillari che uniscono la Calabria all'Emilia Romagna, passando dalla Toscana e giungendo fino in Liguria. Il libro racconta la paura e la solitudine a cui spesso porta la ribellione; ma anche la solidarietà, la lealtà e il riconoscimento ottenuti da Gaetano Saffioti che ha deciso di vivere e morire da uomo libero. Il libro, nel 2017, ha vinto il Premio Nazionale Paolo Borsellino ed il Premio Anassilaos.

Demacrazia. Il popolo è il mio partito. Il manifesto di Luigi de Magistris

GIACOMO RUSSO SPENA (FANDANGO)

Nel 2011 ha vinto contro tutto e tutti. Nel 2016 è stato rieletto sindaco parlando di beni comuni, partecipazione e "zapatismo partenopeo". Ora Luigi de Magistris si appresta a chiudere il mandato puntando a rilanciare il suo modello di cogestione ed esperienze virtuose a livello nazionale. La città come laboratorio di un cambiamento possibile. L'ex pm sembra già studiare un nuovo progetto politico: pensa alle regionali in Campania e a una lista per le Europee. Partire da Napoli, per andare oltre Napoli e ipotizzare un movimento politico nazionale che supplisca all'assenza di una vera sinistra nel Paese. Uno spazio alternativo a tutti i partiti presenti al momento. Un libro che analizza nel dettaglio il personaggio de Magistris, attraverso il racconto del suo percorso politico e un'intervista esclusiva dove spiega il suo manifesto e soprattutto la road map a partire dalla strutturazione del suo soggetto DemA (Democrazia e Autonomia).

Oltre 40 protagonisti ed esperti
dibatteranno di legalità, economie, mafie e territori

Relatori

  • speaker-foto

    Pietro Angelini

    Manuscripta

  • speaker-foto

    Andrea Apollonio

    dottore di ricerca in Giustizia penale

  • speaker-foto

    Giuseppe Baldessaro

    Giornalista

  • speaker-foto

    Tiziana Barillà

    Giornalista

  • speaker-foto

    Oscar Buonamanno

    Letture d'Agosto

  • speaker-foto

    Carmelo Cantone

    Provveditore amm. penitenziaria Puglia e Basilicata

  • speaker-foto

    Mara Chiarelli

    Giornalista Repubblica Bari

  • speaker-foto

    Dionisio Ciccarese

    direttore Epolis Bari

  • speaker-foto

    Giannicola D'Amico

    Vicepresidente GAL Valle d'Itria

  • speaker-foto

    Domenico De Bartolomeo

    Presidente Confindustria Puglia

  • speaker-foto

    Luigi de Magistris

    sindaco della città metropolitana di Napoli

  • speaker-foto

    Giuseppe De Tomaso

    Direttore de la Gazzetta del Mezzogiorno

  • speaker-foto

    Mario Dabbicco

    presidente 'Libera Puglia'

  • speaker-foto

    Antonio Decaro

    Sindaco della Città Metropolitana di Bari e presidente dell'ANCI

  • speaker-foto

    Michele Emiliano

    Presidente Regione Puglia

  • speaker-foto

    Carmine Esposito

    Questore di Bari

  • speaker-foto

    Pietro Fragrasso

    Coop. sociale "Pietra di Scarto"

  • speaker-foto

    Rosanna Gaeta

    I Dialoghi di Trani

  • speaker-foto

    Pino Gesmundo

    segretario generale CGIL Puglia

  • speaker-foto

    Domenico Gianfrate

    Consigliere di amministrazione BCC Locorotondo

  • speaker-foto

    Filippo Giannuzzi

    Lecturinfabula

  • speaker-foto

    Francesco Gigante

    Presidente coop. "Terre di Puglia - Libera Terra"

  • speaker-foto

    padre Giovanni Ladiana

    superiore dei Gesuiti

  • speaker-foto

    Vito Antonio Loprieno

    Vicepresidente coop. Radici Future

  • speaker-foto

    Donatella Lopez

    Giornalista

  • speaker-foto

    Raffaele Lorusso

    Segretario generale FNSI

  • speaker-foto

    Mimmo Lucano

    sindaco di Riace

  • speaker-foto

    Bepi Martellotta

    Presidente Assostampa Puglia

  • speaker-foto

    Annamaria Minunno

    Giornalista

  • speaker-foto

    Marco Omizzolo

    Sociologo

  • speaker-foto

    Leonardo Palmisano

    Presidente Coop. Radici Future

  • speaker-foto

    Piero Ricci

    Presidente Ordine dei giornalisti di Puglia

  • speaker-foto

    Carmelo Rollo

    Presidente di Legacoop

  • speaker-foto

    Gaetano Saffioti

    Imprenditore sotto scorta

  • speaker-foto

    Antonio Salamina

    Responsabile LegalItria scuole

  • speaker-foto

    Massimo Salomone

    Confindustria Puglia

  • speaker-foto

    Fabrizio Santorsola

    Pres. CNA Puglia balneatori

  • speaker-foto

    Tommaso Scatigna

    Sindaco di Locorotondo

  • speaker-foto

    Enrica Simonetti

    Giornalista

  • speaker-foto

    Gianni Svaldi

    Direttore Radici Future Magazine

  • speaker-foto

    Annamaria Toma

    I Presidi del Libro

  • speaker-foto

    Francesco Zaccaria

    Sindaco di Fasano

LegalItria. Il primo festival culturale pugliese sulla legalità

Twitter Stream

Partners

  • Comune di Locorotondo
  • Comune di Fasano
  • Regione Puglia
  • Città Metr. di Bari
  • BCC Locorotondo
  • Gal Valle d'Itria
  • Legacoop Puglia
  • CGIL Puglia
  • Alleanza delle Cooperative Italiane
  • Culturmedia
  • Confindustria Bari BAT
  • Ordine dei Giornalisti
  • Assostampa Puglia
  • Libera
  • Dedalo
  • I Presidi del Libro
  • Pizzeria Casa Pinto
  • Sotto le Cummerse
  • U Curdunn Ristorante
  • Docks 101

Dal 3 al 6 Maggio 2018
a Locorotondo e Fasano, in Puglia

I luoghi del Festival

Segreteria

Radici Future

Strada del Carmine, 11, 70122 Bari BA

Telefono: 371 321 82 01

Email: info@radicifuture.it

I luoghi del Festival

FASANO
1. Palazzo di Città, Piazza Ciaia, 21
2. Teatro Sociale, Via Nazionale dei Trulli (angolo via De Giosa)
3. Liceo Scientifico Statale L.Da Vinci, Via Giuseppe Attoma 9
4. ITC Salvemini, Via Giuseppe Attoma 2

LOCOROTONDO
5. Auditorium Comunale, Via Vittorino da Feltre, 3
6. IIS Basile Caramia, Via Cisternino, 284
7. Docks 101, Via Nardelli, 101

MARTINA FRANCA
8. Liceo Statale Tito Livio, Piazza Vittorio Veneto, 8

Seguici

Iscriviti ai nostri profili social per non perdere tutti gli aggiornamenti